Autore Topic: Il metodo (concorsuale)  (Letto 419 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Raffaele Viggiani

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 186
Il metodo (concorsuale)
« il: 25 Settembre 2018, 06:50:02 »
Ogni progetto didattico si basa su un metodo.
Voglio, perciò, dedicare questo topic all’illustrazione delle basi del metodo della scuola.



Il concorso per magistrato ordinario si basa sulla redazione di tre prove scritte, consistenti nello svolgimento di tre elaborati teorici.
Per vincere, quindi, non si può che partire da questa considerazione: cosa serve per redigere tre validi elaborati teorici?

Sono necessarie due qualità:
- la preparazione teorica;
- la tecnica redazionale concorsuale.

Serve studiare sistematicamente, in ottica redazionale: cioè, avere in mente che ciò che si studia bisognerà scriverlo in un elaborato teorico.
Serve scrivere elaborati teorici, in ottica sistematica: cioè, avere in mente che quando si redige un elaborato teorico non si deve perdere di vista la sistematicità.

È, in sintesi, un circolo virtuoso.

Devo studiare la teoria, avendo chiaramente in mente l’ottica redazionale del concorso (dovrò svolgere tre elaborati teorici).
Devo scrivere gli elaborati teorici, avendo chiaramente in mente la necessità di una visione sistematica nella mia esposizione.



Questo è il metodo che seguiremo, giorno dopo giorno.

Lezioni teoriche focalizzate e finalizzate a dare una visione sistematica e trasversale delle materie, nonché la chiave redazionale con cui affrontarle.
Esercitazioni redazionali in cui ci alleneremo a mettere in pratica questa metodologia, con correzioni individuali degli elaborati teorici e lezioni di correzione in cui spiegheremo come affrontare (metodologicamente) ciascuna esercitazione pratica.